Accedi con
oppure

Ricette di Carnevale: gli arancini marchigiani

Mai sentito parlare di arancini? No, non stiamo parlando degli arancini siciliani su cui lunga è la disputa del nome, che sia l’arancina femmina o l’arancino maschio. Dalla Sicilia bisogna spostarsi nel periodo del Carnevale nelle Marche per trovare un’altra preparazione con lo stesso nome.

Dolci le cui radici si trovano precisamente nella provincia di Ancona, gli arancini marchigiani sono dei dolci fritti dalla peculiare forma a girella, preparati con un impasto la cui composizione somiglia a quella per la pasta all’uovo, che viene ricoperta di succo e buccia d’arancia per poi essere arrotolata su sé stessa e fritta in abbondante olio bollente. Gli arancini vengono poi ripassati nel miele e serviti. Badando bene dalle imitazioni, della stessa forma ma aroma diverso, sempre nelle Marche, è possibile trovare i limoncini, per i quali cambia solo l’aroma, in questo caso a base di limone.

Negli ultimi anni si è diffusa l’usanza di preparare gli arancini al forno, noi però vi proponiamo la ricetta classica, che prevede la frittura e qualche caloria in più.

La ricetta

Ingredienti:

  • 600 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 130 g di burro
  • Un cubetto di lievito di birra
  • 200 ml di latte
  • Scorza grattugiata di un limone
  • Scorza grattugiata di un’arancia
  • Olio di semi di arachidi per friggere
  • Miele

Preparate la sfoglia degli arancini con la farina, il burro fuso raffreddato, l’uovo e il lievito di birra disciolto nel latte: impastate il tutto fino ad ottenere un composto liscio.

Formate una palla e mettetelo in un recipiente infarinato a lievitare coprendolo con un panno. Lasciate lievitare per un paio d’ore.

A questo punto stendete l’impasto e ricopritelo con lo zucchero e con le bucce grattugiate del limone e dell’arancia, arrotolatelo su sé stesso e tagliatelo a fette spesse circa 1 cm, in modo da ottenere delle girelle.
Friggete le girelle in abbondante olio di semi di arachidi fino a doratura completa; sciogliete il miele e glassate le girelle prima di servirle.

Variante al forno: Una volta ricavate le girelle ponetele in forno e cuocetele a 200° per circa 15 minuti e infine servitele ancora calde ricoperte di zucchero a velo.

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su