Accedi con
oppure

Brezel: storia della merenda più antica del mondo

Brezel, bretzeln, brezn, breze, pretzl, pretzel, pretzeln, augenbrezel, covrig.

Sono tanti i nomi con cui è conosciuto il pane dalla caratteristica forma a nodo che si può gustare in Alto Adige, ma anche oltralpe, in paesi di lingua tedesca come Austria, Svizzera e Germania e nello Stato americano della Pennsylvania. Una certezza c’è, e cioè che il brezel è la merenda più antica del mondo, almeno stando alle testimonianze che sono arrivate fino a noi.

Le sue origini vengono fatte risalire al 610 d.C., geograficamente nell’area a sud della Francia e a nord dell’Italia, precisamente nei monasteri della zona. La peculiare forma di questo tipo di pane si deve proprio alle sue radici religiose, in quanto dovrebbe ricordare le braccia incrociate di bambini in preghiera, ai quali questo pane veniva poi regalato come ricompensa per aver imparato a memoria i versi e le suppliche della Bibbia; inoltre, i tre buchi così formati dovrebbero rappresentare la Santa Trinità.

Lo stesso nome rafforza la tesi delle sue origini religiose dato che deriva dal latino pretiola, che significa appunto “ricompensa”.

Dopo la storia, vi proponiamo di seguito la ricetta che ci ha regalato Walter Egger, titolare insieme a Michi del chiosco Walter & Michi’s Würstelstand a Bolzano. Walter consiglia di mangiarlo, come da tradizione, insieme al tipico würstel bianco di Monaco e alla senape dolce, accompagnato, ovviamente, da birra.

La ricetta

Ingredienti per i brezel:

  • 2,5 kg di farina di grano tenero tipo 00
  • 1,2 kg di acqua
  • 45 g di sale
  • 90 g di lievito di birra
  • 110 g di strutto
  • 35 g di farina di malto
  • Sale grosso q.b.

Ingredienti per la bagna:

  • Acqua q.b.
  • Soda caustica q.b.

Dopo aver sciolto il lievito di birra in un po’ d’acqua, mescolate insieme tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto denso e fresco; lasciate riposate per circa 10 minuti, poi dividetelo in pezzi da circa un etto ciascuno. Lasciate riposare ancora un po’ il composto, poi prendete i pezzetti di pasta e dategli la tipica forma di brezel: ricavate da ogni pezzetto un cilindro lungo con la parte centrale più grossa e le estremità più sottili che incrocerete.
Lasciate lievitare ancora per circa 30 minuti, poi passate i brezel in una soluzione di soda caustica diluita in acqua in proporzione 1 a 10 (sostituibile in casa con bicarbonato di sodio, ndr) per circa 10 secondi. Scolate i brezel, cospargeteli con sale grosso e infornate ancora bagnati a 210° per 12 minuti circa.

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su