Accedi con
oppure

Arriva Carnevale, ecco la ricetta delle Brighelle

Le brighelle di Carnevale sono delle tradizionali frittelle, molto morbide, che vengono farcite solitamente con crema pasticcera.
Al loro interno si può però anche mettere della crema Chantilly o crema aromatizzata al limone o alla vaniglia.

Il nome cambia a seconda delle diverse parti d’Italia in cui si preparano: a Roma di chiamano Bigné di San Giuseppe, Gocce d’Oro in Lombardia.
In sostanza si tratta di una pasta da bignè fritta e farcita con la crema.

Una tira l’altra, fate attenzione da mangiare con moderazione.
La crema del ripieno è una vera tentazione, una goduria per il palato, da provare!

Ricetta
Per 4 persone

  • 250ml di acqua fredda
  • 5 uova medie
  • 200 gr di farina
  • 80 gr di burro
  • sale q.b.
  • 1 busta di vanillina
  • scorza grattugiata di un limone
  • 20 gr di zucchero
  • 3 gr di lievito per dolci (la punta di un cucchiaino)
  • sale q.b.

Per la crema pasticcera

  • 3 uova medie
  • 500 g di latte
  • 50 g di farina
  • 130 g di zucchero
  • 1 busta di vanillina

Fate bollire l’acqua in una grossa pentola con il burro, lo zucchero e il sale. Aspettate che l’acqua bolla e che il burro sia completamente sciolto.
A questo punto aggiungiete la farina e la vanillina e fate cuocere il composto ottenuto.
Quando l’impasto comincia a staccarsi dal fondo della pentola il tempo di cottura è corretto. Potete quindi toglierlo dalla pentola e metterlo in una bacinella.

Aggiungete quindi le uova una per volta. Continuate a mescolare con energia utilizzando un cucchiaio in legno. Una volta che le uova si sono unite al composto, aggiungete il lievito per dolci e continuate a girare l’impasto fino ad ottenere un’amalgama morbida e liscia.

Prendete ora un foglio di carta da forno e ungetelo con un po’ di burro. Aiutatevi con un sac a poche per realizzare delle piccole palline dalla tradizionale forma tonda delle brighelle.

Fate ora scaldare l’olio per la frittura fino alla temperatura di 170°. Fate molta attenzione perché se il calore dovesse risultare eccessivo si corre il rischio che la pasta, a causa dello shock termico, possa sfaldarsi appena immersa nell’olio. Se non avete un termometro per verificare la temperatura, prendete un pezzettino dell’impasto e versatelo nell’olio. Se dopo pochi istanti sale in superficie e comincia subito a friggere, allora la temperatura è corretta.

Versate quindi le vostre brighelle nell’olio bollente e fatele friggere in maniera omogenea e su tutti i lati. Giratele in modo da garantire una frittura completa. Dopo qualche minuto, quando avranno assunto il caratteristico colore dorato, potete toglierle dall’olio e farle riposare su un foglio di carta assorbente. Qui perderanno tutto l’olio in eccesso che avranno assunto durante la frittura. Lasciatele riposare e raffreddare prima di farcirle con la crema pasticcera.

Per preparare la crema per la farcitura delle brighelle mettete il latte in un pentolino e scaldatelo fino a farlo diventare tiepido.

In una ciotola sbattete l’uovo e aggiungete lo zucchero un po’ alla volta. A questo aggiungete la farina (sempre un po’ per volta) e la vanillina.
Quando l’impasto è liscio e omogeneo versatelo nel pentolino con il latte e portate progressivamente a ebollizione. Nel frattempo continuate a mescolare con una frusta per evitare che si possano formare dei grumi.
Tenete il pentolino sul fuoco fino a che la crema non abbia raggiunto la densità che desiderate raggiungere. A questo punto fatela raffreddare.

Riempite il sac a poche con la crema pasticcera e iniziate l’operazione di farcitura delle brighelle. Fate attenzione a iniettare la giusta quantità di ripieno in ogni frittella. Se ne mettete troppo poca il dolce non sarà gustoso e saporito come dovrebbe, ma risulterà asciutto e poco invitante, se invece ne mettete troppa rischia di sfaldarsi e di esplodere ancora prima di essere assaggiato.

In conclusione, se volete, potete aggiungere una spolverata di zucchero a velo sopra i vostri dolci prima di servirli. A questo punto le vostre brighelle di Carnevale sono pronte per essere mangiate.

Le brighelle sono ottime se consumate appena pronte, tiepide. Sono squisite anche fredde. Possono essere conservate in frigorifero e si possono consumare entro due o tre giorni dalla preparazione.

In alternativa alla crema pasticcera potete utilizzare come farcitura anche la crema chantilly, o un qualsiasi altro tipo di crema. In certi casi viene utilizzata anche la marmellata come ripieno delle brighelle.

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su