Accedi con
oppure

Tour dell’isola alla scoperta del cibo di strada sardo

Dall’utilizzo di ingredienti tipici, al rispetto per la storia del prodotto, passando per l’attenzione all’igiene e al rispetto dell’ambiente.
Sono solo alcuni punti che costituiscono il decalogo del perfetto “operatore del cibo di strada” e il consumatore può fidarsi di lui

Ogni regione ha le sue specialità anche i piatti tipici sardi diventano un pasto veloce e allo stesso tempo sano, gustoso e di qualità.

Un piatto gastronomico non sardo, importato dai genovesi a Sassari, è la Fainè, una torta salata a base di farina di ceci, da Fainè alla Genovese Sassu, Mario allieta i suoi clienti raccontando loro le origini di questo prodotto ligure.
Un po’ più a sud, a Carloforte, potete gustare la torta salata a base di farina di ceci da Pizzalandya.

    Se la strada è troppo lunga, potete fare una sosta ad Alghero, alla Pizzeria Lu Furat, dove trovate le fainè condite con vari abbinamenti, come Radicchio di Treviso IGP e Gorgonzola DOP, salsiccia e cipolla.
    Per finire il pranzo, non c’è niente di meglio di una seadas ripiena di formaggio fresco di pecora.

    Un discorso a parte merita Babbai, in territorio di Urzulei.
    Lungo la strada statale 125, tra Baunei e Dorgali, si possono assaggiare i piatti della tradizione ogliastrina. Babbai (che in ogliastrino significa babbo) sorge in un’ex casermetta rurale dei carabinieri, abbandonata da tempo, che Lorrai ha acquistato e ristrutturato. La specialità è il piggiolu modde con prosciutto sardo. È aperto tutti i giorni, tutto l’anno.

    Altro cibo di strada sardo che merita di essere menzionato è la pardulas. Un cuore sofficissimo di formaggio racchiuso in una sfoglia che si scioglie in bocca.
    Le pardulas sono un dolce tipico del periodo di Pasqua, sono buoni da mangiare tutto l’anno.

    Non possiamo non nominare McPuddu’s, locale di Santa Maria Navarrese costretto a cambiare nome dai legali della multinazionale McDonald’s. Oggi il locale si chiama MeC Puddu’s e propone piatti della tradizione sarda in modo innovativo

    Chi di voi infatti volesse mangiare dell’autentico cibo di strada sardo restando a Milano, a due passi dal Duomo potete recarvi da Sardò.

    Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

    1
    Precedente Sucessiva

    Chiudi la gallery Torna su