Accedi con
oppure

Dolce pasquale da regalare al genero, la cuzzupa calabrese.

La Cuzzupa calabrese è un dolce tipico della tradizione pasquale.

Il numero delle uova che viene messo al suo interno ha un significato ben preciso, in quanto questo dolce viene regalato dalla suocera al genero, dunque se mette 7 uova, significa che sta per sposarsi, se invece ne mette 9 il fidanzamento sarà rinnovato.

Lo dice anche il proverbio, “cu’ nova rinnova, cu’ setta s’assetta”.

Ricetta
Ingredienti per 4 porzioni

  • 7 uova e alcune sode per decorare
  • 500gr Zucchero
  • 125ml Latte intero
  • 250ml Olio di oliva evo
  • 1kg Farina
  • 2 bustine e 1/2 di Lievito per dolci
  • Scorza grattuggiata di due limoni

Preparazione
Prendete 6 delle 7 uova ed impastatele in una ciotola con con lo zucchero, quando l’impasto sarà leggermente spumoso, aggiungete la scorza di limone grattuggiata, l’olio ed il latte e continuate a mescolare.

In un’altra ciotola setacciate la farina insieme al lievito.
Questa operazione è importante e va fatta per eliminare del tutto la possibilità che le due polveri creino grumi all’interno dell’impasto.

A questo punto incorporateli un po’ alla volta al resto degli ingredienti e continuate a mescolare avendo cura di far risultare un impasto morbido ma non duro. Se questo però dovesse risultare un po’ troppo molle, aggiungete dell’altra farina regolandovi di conseguenza.

Potete realizzare quest’impasto anche utilizzando un robot da cucina o una planetaria, mettendo gli ingredienti tutti insieme e lasciando fare tutto il lavoro alla macchina, mentre voi vi dedicate a qualcos’altro.

Ora bisogna preparare la cuzzupa calabrese, la tradizione vuole che se ne prepari una per ogni componente della famiglia. La grandezza varierà a seconda della loro età, per cui la prima sarà destinata al papà, la seconda alla mamma e le restanti ai figli.
Per prepararla, fate dei filoncini di impasto, unitene le estremità e racchiudete un uovo sodo con delle striscioline che serviranno a tenerlo fermo, in modo che durante la cottura non cada.

Preriscaldate il forno a 200°, nel frattempo sbattete un uovo e spennellate la superficie della cuzzupa calabrese con quest’ultimo ed aggiungete un po’ di zucchero sopra.
Ora infornate il vostro dolce e lasciatelo cuocere per 35 minuti circa.

La forma classica di questo dolce è quella a ciambella, ma voi potete farla anche diversamente, infatti potete realizzare una bambola, un cuore, un uccellino, una farfalla o anche un cuculo, o comunque tutto ciò che vi piace.
La forma a cuculo è particolare, infatti è una cuzzupa realizzata con un filoncino alla cui estremità vi è un uovo.

Potete servire questo dolce durante il pranzo di Pasqua, magari alla fine insieme ad altri dolci tipici del periodo, potete porli su di un’alzatina di modo che ogni commensale possa scegliere il dolce che più lo aggrada.
Potete anche mangiarlo a colazione la mattina di Pasqua, magari invitando gli amici o i parenti a condividerlo con voi.

Ancora potete seguire la tradizione e preparare la cuzzupa in anticipo per regalarla a vostro genero e mostrargli così il vostro affetto per lui.

Essendo un dolce con un gran quantitativo di farina, tende un po’ a seccare, dunque è bene consumarlo entro pochi giorni dalla sua realizzazione.
Per mantenerlo morbido è meglio conservarlo su di un ripiano con un canovaccio asciutto e pulito sopra.

Viste le diverse forme in cui tale pietanza può essere realizzata, potete anche presentarla in modo differente in base alla forma che gli avete dato. Se ad esempio avete realizzato una farfalla, potreste servirla ponendola in piatto decorato con dei fiori, in modo che sembri che la farfalla vi si stia posando sopra, se invece avete scelto la forma di uccello un’idea molto carina è quella di porla in un cestino a forma di nido.

Potete gustare questa fantastica specialità calabrese alla Pasticceria d’arte di Russo Salvatore a Vibo Valentia, al locale Il Cantagalli che si trova a Cosenza ed infine alla Lanterna Blu– Pasticceria Gelateria Tavola Calda e Fredda a Scalea in provincia di Cosenza.
Questi sono solo alcuni locali in cui potete gustarla ma ce ne sono molti altri in tutte le città della Calabria.

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su