Accedi con
oppure

Torino: dove mangiare con meno di 10 euro

Torino è storia, arte e cultura, è eventi, vita notturna e università.
Una città poliedrica e divertente, dove non troviamo solo un legame indissolubile con il passato ma anche la voglia di proporre idee nuove e dinamiche.

Andare nel capoluogo piemontese vuol dire immergersi nella storia e perdersi in quella città che da quando nella seconda metà del 1500 è stata a capo del Ducato di Savoia non ha smesso di essere uno dei poli più importanti e influenti d’Italia.
Belli e ricchi anche i mercati, come quello di Porta Palazzo e l’adiacente Balôn, il mercato delle pulci del sabato.

Come ogni grande città che si rispetti qui l’enogastronomia gioca un ruolo fondamentale. Anche la cucina è chiaramente influenzata dal passato, con piatti interessanti e radicati le cui materie prime e preparazioni attraversano le ricette del popolo e della nobiltà, senza tralasciare la borghesia, sposando le tre classi sociali in piatti che ricordano anche la tradizione francese, vista la vicinanza non solo geografica.

Il bello di questa città è la capacità di aver mantenuto un’identità gastronomica chiara che valorizza gli scarti e gli avanzi senza tralasciare la voglia di scoprire e creare nuove ricette gustose ma sempre eleganti. Se andate a Torino, oltre a godervi obbligatoriamente in un tour della città, dovrete mettere qualcosa sotto i denti.
Noi vi proponiamo un itinerario che vi suggerirà dove mangiare a Torino, con una proposta di street food piemontese per ogni pasto:

Prima Colazione
La giornata non parte bene senza pasta e cappuccino? Allora è consigliata una sosta alla Pasticceria dell’Agnese.
Per gli amanti della colazione qua c’è davvero l’imbarazzo della scelta: biscotti, torte, mignon, marron glace e cioccolatini della tradizione piemontese.  Per chi preferisce qualcosa di fresco, da poco ha aperta nel fondo adiacente alla Pasticceria, la Gelateria Dok, una gelateria artigianale in cui viene utilizzata panna fresca e latte della Centrale Latte di Torino

Spuntino del mattino
A metà mattinata scatta la fame, è inutile rifiutarsi di assecondare questo istinto. Dove? Al Qualitaly, un’hamburgeria piemontese  che propone piatti locali da asporto con materie prime della zona, per lo più a KmO, dalla carne alle verdure. Qua si può assaggiare anche la Miaccia, una simil piadina alla torinese, farcita con prodotti del posto, come per esempio il lonzino della Val di Susa, la robiola della Val Sangone, zucchine e radicchio.

Pranzo
Finalmente una pausa per mangiare! È arrivato il momento del pranzo. Non volete fermarvi in un ristorante per un piatto di Agnolotti del Plin perchè preferite l’opzione cibo di strada? Un hamburger take away è la giusta soluzione. Vi consigliamo M**Bun. Pane con lievitazione naturale senza strutto, carne di razza piemontese, verdure a KmO e formaggi DOP e IGP.

Cioccolatino dopo il caffè
Dopo il caffè un cioccolatino è un must, e a Torino va assaggiato un Giandujotto da Guido Gobino.
Aperto nel 1964 , oggi è una delle cioccolaterie torinesi più affermate non solo nel capoluogo piemontese.

Merenda pomeridiana
Quando arriva il pomeriggio e inzia un languorino vuol dire che è il momento della merenda con un piatto di strada tipico piemontese, il Gofri che potrete assaggiare alla Gofreria Piemonteisa.
Sono cialde croccanti con farine biologiche nate nelle Alte Vallate Alpine Piemontesi intorno al 1700.

Aperitivo
Il Piemonte è una delle regioni italiane simbolo della buona cucina e del buon vino. Qui Barolo, Barbaresco sono i padroni di casa. È vietato quindi salutare Torino senza aver assaggiato almeno un buon calice di vino al Caffè – Vini Emilio Ranzini, un locale tanto semplice quanto affascinante che propone svariate etichette da accompagnare ai piatti della tradizione, come il vitello tonnato e lingua.

Cena
Dopo un tour di un giorno la cena diventa un momento sacro e di relax da vivere al Pausa Cafè.
Tutto quello che viene proposto qui è di stampo piemontese: crostone burro di Alpeggio e acciughe, tajarin, battuta di Fassona e vitello tonnato.

Gelato dopo cena
Cosa fare dopo cena a Torino? Ecco una gelateria che metterà tutti d’accordo: Gelateria Popolare.
Si propongono gelati senza grassi idrogenati, coloranti, polverine e additivi, con materie prime fresche e provenienti per lo più dalla zona. La sera la gelateria a due passi dal Quadrilatero Romano offre anche spettacoli di teatro e musicali.

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su