Accedi con
oppure

Focaccia alla marinara marchigiana: curiosità e tradizione

La focaccia alla marinara è un piatto tradizionale della cucina marchigiana che viene preparato durante le feste di Pasqua o per il lunedì di Pasquetta, ideale per una gita fuori porta.

Ha antiche origini, sicuramente una delle prime focacce della storia.
La focaccia alla marinara è semplice, ma soprattutto dal gusto ricco e dal profumo aromatizzato che emana nell’insieme grazie al pesce, agli aromi e alla cremosità della panna.

Insieme alla classica focaccia bianca, una delle più amate e consumate non solo in Italia, ma nel mondo.

Vediamo passo dopo passo, come preparare questa gustosa ricetta che potete trovare in molti dei locali che preparano pizze e focacce nelle Marche, Il Carrozzone, La Crescia, Piadineria 0733 ed altri ancora).

Ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • Pasta per focaccia 400 gr.
  • Cozze 250 gr.
  • Gamberetti 150 gr.
  • Merluzzo 150 gr.
  • Seppie piccole Pulite 150 gr
  • Panna Da Cucina 50-80 ml.
  • Fili di Erba Cipollina 4/5
  • 2 Spicchio di Aglio
  • 1 Rametto di Prezzemolo
  • Vino Bianco 50 ml.
  • Burro 50 gr.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio EVO q.b.

Affinché la focaccia alla marinara possa essere ben preparata secondo le modalità e la tradizione, seguite attentamente ogni passaggio, solo così potete ottenere un buon risultato.

Prendete una teglia di media grandezza, rivestitela con la carta da forno e poi mettete la pasta per focaccia e stendetela bene. L’altezza deve essere di 1 cm circa, la focaccia deve essere ben alta per essere buona. Nel caso non volete usare la carta forno, è necessario solo che imburriate o oliate la teglia.
Accendete il forno, 160-180 gradi, fatelo riscaldare e appena è ben caldo, inserite la teglia come l’avete preparata. Fate cuocere tutto per 35-40 minuti, ovviamente tenendo sempre d’occhio il forno.

A questo punto preparate il pesce, occupatevi specificamente della pulizia del pesce. Pulite le cozze e mettetele in ammollo in acqua salata per almeno un’ora.

Pulite i gamberetti, prima dovete ben sgusciarli e poi sciacquateli e asciugateli bene.

Lavate anche il merluzzo e le seppie, dopo averli lavati bene, asciugateli con carta da cucina. Il merluzzo viene utilizzato a pezzetti, quindi non sminuzzatelo, mentre le seppie intere, per questo si usano piccole. Nel caso non ne avete a disposizione quelle piccole, potete utilizzare quelle grandi, ma tagliatele a pezzi più piccoli.

A questo punto servono le cozze, scolatele e mettetele in una padella con l’aglio, l’olio e il prezzemolo. Fatele cuocere fino a farle aprire bene, circa 10-15 minuti.

Lessate i gamberetti in acqua, per 5 minuti, non di più, il tempo necessario per renderli morbidi, senza perdere il sapore nell’acqua.

In una padella versate il burro e quando è ben sciolto, aggiungete seppie e merluzzo. Lasciate cuocere bene per 10-15 minuti. Man mano che iniziano a soffriggere e quindi a salire di temperatura, sfumate il tutto con i 50 ml. di Vino Bianco, dopodiché è pronto.

Nel frattempo la focaccia sarà già cotta, quindi sfornatela e iniziate a disporre sopra tutti i tipi di pesce che avete già preparato. Disponete cozze, merluzzo, gamberetti e seppie.

Tritate bene l’erba cipollina e in una piccola ciotola versatela insieme alla panna da cucina, sale e pepe. Mescolate tutto bene e poi andate a versarlo sulla focaccia.

La focaccia alla marinara è quasi pronta, mettetela nel forno, per altri 5-8 minuti, praticamente quando diventa dorata, ovvero la sua particolarità. Fate attenzione perché qualche minuto in più e brucia.

Quando è perfettamente dorata, sfornatela e servitela ben calda.

Esistono anche varianti, ovvero se non amate le cozze o amate particolarmente anche le vongole potete preparare una focaccia marinara sostituendo le vongole con le cozze o aggiungendo ulteriormente anche le vongole.

Per quanto riguarda la panna, cercate di non usare quella troppo liquida, fate in modo di acquistarne una che sia alquanto cremosa.

Il pesce è preferibile che lo compriate fresco, soprattutto le cozze e/o le vongole prendetele fresche, mentre l’altro pesce se proprio potete farne a meno compratelo anche congelato, caso contrario andrà bene se lo comprate tutto fresco.

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su