Accedi con
oppure

Guinness vegana: la birra irlandese volta pagina

La vita è dura per i vegani, molto spesso, anche i cibi più insospettabili possono contenere degli ingredienti vietati a chi ha scelto di intraprendere questo stile di vita.
Semaforo rosso anche per la Guinness: come chiarificante usa una gelatina ricavata dai pesci.
Ma, molto presto, anche la Guinness diventerà vegan e si allineerà agli standard europei e italiani. Così i vegani, oltre a gustare le prelibatezze dei birrifici italiani, potranno sorseggiare una gustosa birra nera accanto ai coloratissimi piatti della cucina.

La casa irlandese di birra scura produce la bevanda nello stesso modo da dal 1759.
Le richieste di vegetariani e vegani si sono fatte ogni giorno più numerose. E così in queste settimane la Guinness ha deciso di cambiare la procedura di preparazione della birra e di dire addio alla colla di pesce, da sempre usata nel processo di chiarificazione.

La nuova produzione partirà nel 2016: dal prossimo anno, perciò, anche una pinta di Guinness sarà inserita nella lista degli alimenti «ok» per i vegani.

    La nuova produzione prevede l’eliminazione della colla di pesce dai filtri di birrificazione, eliminando l’unico ingrediente di derivazione animale e divenendo vegan al cento per cento.
    «Stiamo facendo degli sforzi per migliorare ulteriormente i nostri prodotti», ha dichiarato un portavoce della Guinness al Times, anticipando la volontà di utilizzare un nuovo impianto di filtraggio vegan-friendly.
    Tale pratica è, d’altronde, già d’uso nella maggior parte dei paesi d’Europa che non utilizzano colla di pesce nella produzione della birra. In Italia «la birra è da sempre vegana. – ha spiegato  il direttore di Assobirra, Filippo Terzaghi. – Anzi, l’unica bevanda fermentata vegana. Non c’è nulla di origine animale. Dirò di più, il nostro è per definizione un prodotto naturale, oltre che vegano, in quanto non utilizziamo additivi».

    La colla di pesce non influenza il sapore della birra e la Guinness vegana avrà lo stesso sapore della Guinness tradizionale. Sarà proprio così?

    Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

    1
    Precedente Sucessiva

    Chiudi la gallery Torna su