Accedi con
oppure

Gli scagliozzi, quando la polenta parla foggiano

La polenta fritta è un’ottima ricetta per recuperare la polenta avanzata e ottenere, in poco tempo, un finger food croccante.
Può essere aromatizzata con pepe nero o con spezie tritate molto finemente o, per i più golosi, può esserearricchita con cubetti di pancetta o un cuore morbido di gorgonzola.

Ma chi l’ha detto che la polenta si mangia solo al Nord?
Oggi vogliamo sfatare il mito della polenta per polentoni, dimostrando che il gusto non conosce alcun tipo di delimitazioni geografiche in Italia come nel mondo.

Gli scagliozzi sono uno degli street food più amati della cucina pugliese, si possono trovare anche nella Ciociaria, nel Lazio, nella Campania e in Calabria. Non sono altro che una frittura di piccoli dadini di polenta dura (scagliozzi) serviti come crocchette o rapido snack.
Scagliozzi dal 1930 è un’istituzione e da anni serve ai coni ripieni di queste piccole delizie fritte.

    Potete prepararla facilmente anche a casa in pochi passi.
    Se avete poco tempo scegliete polenta precotta, preparatela in anticipo e friggerla poco prima.

    1. Versate la polenta a pioggia nell’acqua salata in ebollizione. Mescolate continuamente per un’ora.
    2. La polenta è pronta quando è ben soda. Versatela in una teglia.
    3. Livellatela e fatela raffreddare completamente.
    4. Portate l’olio di semi a 180°C, tagliate la polenta fredda a bastoncini.
    5. Friggetela nell’olio bollente profondo fino a quando forma una crosticina croccante.
    6. Scolate su carta paglia e salate.

    Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

    1
    Precedente Sucessiva

    Chiudi la gallery Torna su