Accedi con
oppure

Come preparare il torrone morbido alle mandorle

Il termine torrone deriva dal latino torreo, verbo che significa abbrustolire, riferito alla tostatura delle nocciole e delle mandorle.
Secondo alcuni, infatti, furono gli antichi Romani a tramandarcene la ricetta. Le sue origini, comunque, rimangono incerte. La versione più attendibile riporta agli arabi ed al loro dolce turun,  dolce fatto di miele e sesamo.

In Italia, invece, la storia vuole che apparve a Cremona nel 1441 durante il banchetto nuziale Visconti-Sforza; confezionato in forma di torrazzo (l’alta torre campanaria del duomo della città), ne prese il nome e venne acquisito come prodotto italiano.

Il torrone in genere è prodotto con una miscela di zucchero e miele; quelli sardi sono particolarmente profumati, per l’utilizzo di solo miele di corbezzolo o cardo. Le varietà in commercio sono ormai moltissime: con mandorle, pistacchi, pinoli, frutta secca, e tanto altro, di consistenza dura o morbida.

La versione al cioccolato con mandorle è ormai tra le più popolari – come quello artigianale del Caffè Fratelli Nurzia a L’Aquila, richiestissimo – ma il più classico rimane quello proposto di seguito – dal ricettario “I tesori della Cucina Siciliana” di L. Frusteri, S. Fraterrigo, A. Allotta e P. Salerno.

Ecco come preparare il torrone morbido a casa:

La ricetta
Ingredienti:

  • 1 kg zucchero semolato
  • 100 g glucosio
  • 400 g mandorle pelate
  • ostie

Preparazione:

Abbrustolite le mandorle e lasciatele raffreddare. Mettete lo zucchero in una casseruola; aggiungete il glucosio e 250g di acqua e fate cuocere, su fiamma dolce, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Schiumate con un mestolo forato e inumidite le pareti dl tegame con un pennello bagnato nell’acqua.

Dopo circa 15 minuti, intingete una paletta di legno bagnata e tiratela su: se si vela, lasciando cadere un filo che si romperà subito, spegnete la fiamma.

Versate il composto su un piano di marmo, leggermente oleato e aspettate che si intiepidisca; poi, lavoratelo con una spatola o una paletta di legno, portandolo dai bordi verso l’interno, fino a quando diventerà bianco e morbido.

A questo punto, incorporate le mandorle spezzettate grossolanamente e trasferite l’impasto nell’apposito stampo rivestito con le ostie e livellate la superficie.

Coprite con altre ostie e lasciatele indurire il torrone, prima di sformarlo.

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su