Accedi con
oppure

Spritz, la vera ricetta dell’aperitivo italiano

Esiste una ricetta perfetta per lo spritz?

La spritz-manìa dal Nordest ha conquistato l’Italia.
Lo spritz è il cocktail per eccellenza di Padova ed è ufficialmente riconosciuto dalla IBA, l’associazione internazionale dei barman, fondata in Regno Unito, nel lontano 1951, con il nome di “spritz veneziano”.

Le origini dello Spritz si fanno risalire ai soldati dell’Impero austriaco che erano di stanza nell’allora Repubblica Serenissima.
Questi  per diminuire la gradazione alcolica dei vini veneti a cui non erano abituati,  li mescolavano con dell’acqua frizzante e proprio da questo gesto si vuole trarre l’origine del nome, poichè in tedesco austriaco spritzen, significa appunto “spruzzare”.

Lo Spritz è quindi del vino spruzzato con dell’acqua frizzante che nel corso del tempo è stata sostituita da altre varianti.

Se le dispute sulla paternità tra Padova e Venezia sono infinite e irrisolvibili, sulle ricette ci sono due alternative: la ricetta veneziana e la ricetta internazionale.

Ricetta veneziana

  • 1/3 di vino bianco secco o prosecco
  • 1/3 di bitter (Aperol, Select, Campari)
  • 1/3 di acqua frizzante

Il cocktail va versato in un tumbler, un bicchiere basso, tipicamente da cocktail, con una fetta di arancia.

Un po’ più selettiva, invece, la versione riconosciuta ufficialmente dalla IBA.

Ricetta internazionale

  • 1/3 di prosecco
  • 1/3 di Aperol
  • 1/3 di acqua frizzante o seltz

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su