Accedi con
oppure

A Milano c’è tutto lo street food che volete!

“Stramilano, S.T.R.A.M.I.L.A.N.O.” cantava la canzone composta negli anni ’20 da Vittorio Mascheroni. Capitale della moda, città di tendenza, sede di Expo 2015, la grande Milano è anche il cuore dello street food regionale italiano. Da sempre città caratterizzata dall’immigrazione degli italiani provenienti dal sud che si muovevano verso la città meneghina per trovar lavoro, negli anni è diventata anche la culla del meglio della cucina regionale italiana.
Qui c’è solo l’imbarazzo della scelta, sia che si voglia mangiare un trancio di pizza made in Naples, sia che si voglia addentare un kebab; sì, perché Milano è un meltin’ pot che racchiude prelibatezze regionali italiane e straniere, basta solo avere a portata di mano una mappa del gusto.

A tal proposito vi forniamo qualche gustoso indirizzo street food.

    Luini – Puglia

    Probabilmente la storia di Milano e dello street food milanese, Luigi Luini è un’istituzione della città, tanto da aver ricevuto negli anni ’80 il riconoscimento dell’Ambrogino. Specialità unica e indiscussa, in questo minuscolo locale a due passi dal Duomo per cui bisogna mettersi necessariamente in fila, è il panzerotto in versione fritta o al forno, salata e dolce. Volendo rimanere sul classico si consiglia il panzerotto fritto con pomodoro e mozzarella.

    Bello&Buono – Campania

    Napoli in un cuoppo di fritto a base di zeppole, montanare, arancini, panzerotti, scagliozzi e polpettine. Bello&Buono, il progetto messo in piedi dal giovane broker napoletano Antonio Dell’Ermo, è nato dalla voglia di ritrovare i sapori della propria terra in una città movimentata in cui la pausa pranzo diventa un pasto da consumare al volo. Con la famiglia ha dato vita a un’attività che vanta oggi anche un simpatico ape car tricolore per portare in ogni dove panuozzi e pizze fritte. Intercettatelo!

    Sardò – Sardinian Street Food – Sardegna

    Avere un’idea: prendere un pane carasau, farcirlo con prodotti del territorio sardo come il crudo di Sardegna stagionato 24 mesi e il Fiore Sardo Dop e coniare un nuovo prodotto: il carasino. È così che è nato Sardò, il locale street food dei due amici Andrea e Vincenzo, dove tutto profuma di Sardegna, anche l’aperitivo a base di spritz al mirto.

    Delicatessen – Trentino Alto Adige

    Le bontà dell’Alto Adige si possono trovare a due passi dal Duomo, dove il pasticcere Markus Mutschlechner prepara svariate dolcezze di montagna, tra strudel, torte linzer, brioche, ma anche prelibatezze salate, come brezel e croissant salati.

    Breri – Puglia Bistrot – Puglia

    Ad esaudire il desiderio di chi volesse assaggiare una tradizionale focaccia pugliese c’è Piero, il simpatico chef che insieme ai suoi soci ha dato vita a Breri, che prende il nome dal quartiere di residenza, Brera. Di origine pugliese ci sono focacce, panzerotti e taralli con prodotti regionali, come la cipolla di Acquaviva, le rape di Fasano e l’olio extravergine di Bitonto, che affiancano piatti come la tiella di riso, patate e cozze disponibile al bistrot, dove ci si può comodamente sedere.

      Tramè – Veneto

      Dalla Repubblica della Serenissima al Granducato di Milano ecco il tramezzino, specialità veneziana che si è fatta largo in tutta Italia in questi anni. Tramè è nato nel 2013 dall’idea di quattro giovani amici imprenditori veneziani che hanno aperto in piazza San Simpliciano un locale in cui vengono proposti più di 30 tipi diversi di tramezzini, tutti farciti con i migliori ingredienti del territorio. Il loro fiore all’occhiello è il tramezzino della famiglia San Marco.

      BON – Bakery of Naples – Campania

      Per respirare aria di Napoli in Corso di Porta Ticinese bisogna entrare assolutamente da BON, acronimo di Bakery of Naples, dove si possono gustare tanti prodotti realizzati con ingredienti partenopei, come la Mozzarella di Bufala Campana DOP per la pizza e il panuozzo e la Pasta di Gragnano IGP per la classica frittatina di pasta.

      Focaccerie Genovesi – Liguria

      Origini metà pugliesi, metà siciliane e cucina ligure per Gigi, street chef di Focaccerie Genovesi, che per l’appunto propone nel suo piccolo locale esclusivamente prodotti made in Liguria, come la focaccia genovese e la focaccia con lo stracchino di Recco che si affiancano a tanti altri prodotti della tradizione ligure, come il pesto, la salsa alle noci e i pansotti.

      LùBar Slow Street Food – Sicilia

      Aria di Sicilia è quella che portano in giro per le strade di Milano i fratelli Lucrezia e Ludovico Bonaccorsi insieme all’amico Edoardo Giardini con il loro ape car. Arancino declinato in tre versioni, cannoli e la cioccolata di Modica direttamente dall’Antica Dolceria Bonajuto sono le bontà disponibili sul simpatico quattro ruote che potete localizzare ogni giorno direttamente sul sito.

      Ambasciata Tarantina – Puglia

      Il nome svela già il segreto: nel locale di Cosimo Cellamare, figlio d’arte di un panettiere tarantino, il cibo di strada è solo made in Puglia: pucce, panzerotti e focacce vengono preparati con ingredienti che vengono direttamente dal tacco dello stivale, precisamente da Taranto, città natale di Cosimo. Da provare assolutamente la puccia con uccelletti e patatine fritte.

      Rosaria Mancino

      Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

      1
      Precedente Sucessiva

      Chiudi la gallery Torna su