Accedi con
oppure

Un rimedio naturale contro il raffreddore: il Vin brulè

Vino, zucchero e spezie: il Vin brule riscalda le feste.
Grande classico invernale, nei mercatini di Natale non può mancare, indispensabile per scaldare le mani. Il suo profumo inebriante si diffonde per le strade.

Questa bevanda ha origini molto antiche: la sua invenzione è attribuita ai frati che, oltre alla coltivazione della vite, si occupavano di rimedi naturali a base di erbe.

Oltre ad essere buono, fa anche bene: il vin brulè (vino bruciato) è considerato uno dei più gustosi rimedi naturali al raffreddore, rinfranca lo spirito e fa anche atmosfera.
La cannella che rinforza il sistema immunitario, i chiodi di garofano che sono potenti antibatterici e le scorze di limone, antisettiche e balsamiche.

Consiglio! Per aumentare l’effetto del vin brulè è utile berlo molto caldo e respirare anche i vapori da esso sprigionati.

Ecco come prepararlo a casa

Ingredienti
1 litro e mezzo di vino rosso
3 stecche di cannella
250 grammi di zucchero
10 chiodi di garofano
2 arance biologiche e non trattate
1 limone
1 mela
1 pizzico di noce moscata

Lavate bene le arance e i limoni, tagliare la scorza. Lavate al mela e tagliarla a rondelle sottili.

Mettete il vino in una pentola, con le stecche di cannella, lo zucchero, i chiodi di garofano, la mela e le scorze tagliate in precedenza e un pizzico di noce moscata. Mescolate il composto e poi portatelo ad ebollizione per 5 minuti, affinché lo zucchero si sciolga.

A questo punto si deve versare la bevande nei bicchiere e servire ben caldo.

Avvertenza: Quel che conta, ovviamente, è non esagerare, trattandosi di una bevanda alcolica.

Seguici su Facebook e scopri il meglio dello street food

1
Precedente Sucessiva

Chiudi la gallery Torna su